logo
Populate the side area with widgets, images, navigation links and whatever else comes to your mind.
Strömgatan 18, Stockholm, Sweden
(+46) 322.170.71
ouroffice@freestyle.com

Follow us

Associazione benemerita riconosciuta dal Coni World Olympians Association
ANAOAI
ASSOCIAZIONE NAZIONALE ATLETI OLIMPICI E AZZURRI D'ITALIA

#olimpiciazzurri

Workshop PASSION & VICTORY: i relatori del Workshop

ANAOAI / EVENTI  / Workshop PASSION & VICTORY: i relatori del Workshop

Workshop PASSION & VICTORY: i relatori del Workshop

ASSOCIAZIONE NAZIONALE ATLETI OLIMPICI E AZZURRI D’ITALIA (ANAOAI) Workshop sull’Inserimento professionale degli atleti nel post-carriera

Mercoledì 15 dicembre 2021 presso l’Università degli Studi di Roma ‘Foro Italico’ Roma, 15 dicembre 2021 – Essere Atleti significa dedicare tutto il proprio tempo all’attività sportiva. Troppo spesso però ci si dimentica che c’è anche un dopo: cosa succede al termine di una carriera sportiva? Cosa si innesca nella testa degli atleti quando le luci della ribalta si spengono e non serve più allenarsi perché non c’è più un titolo da conquistare? Ma soprattutto, cosa si può fare per educarli al risparmio ed evitare al contempo di disperdere il loro patrimonio umano e professionale?

È a queste domande che intende rispondere il workshop ‘PASSION & VICTORY – Inserimento professionale degli atleti nel post carriera’, organizzato dall’Associazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia (ANAOAI), in programma il prossimo mercoledì 15 dicembre 2021 presso la Sala ‘Marinozzi’ dell’Università degli Studi di Roma ‘Foro Italico’ in Piazza Largo Lauro de Bosis 15 (ingresso Giardino del Cinghiale).    

Il Workshop, organizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Roma ‘Foro Italico e con Intesa San Paolo, è la messa a terra di un concorso vinto da ANAOAI e indetto dalla World Olympians Association, l’Associazione sportiva internazionale che riunisce gli Olimpionici di tutto il mondo allo scopo di promuovere e rafforzare gli ideali del Movimento Olimpico, ed è nato proprio dalla volontà di capire aspetti e criticità dell’inserimento degli atleti nel post-carriera. Un focus approfondito sul dopo carriera e sull’introduzione degli atleti nel mondo del lavoro, che analizzerà nel concreto tutti gli aspetti che coinvolgono il passaggio dallo sport a una carriera lavorativa: da quelli psicologici a quello sull’educazione finanziaria, considerate le difficoltà che negli anni aumentano per via di carriere sportive sempre più lunghe nel tempo.  

Ad introdurre i contenuti del Progetto sarà il Segretario Generale dell’ANAOAI Giada Michetti, prima di entrare nel cuore del workshop, con la ex Atleta Azzurra Fiona May, Consigliere dell’ANAOAI e due volte campionessa mondiale di salto in lungo nonché doppio argento olimpico nella stessa disciplina, che, facendo leva sulla sua esperienza professionale, illustrerà le domande di un questionario che nella successiva fase del Progetto verrà sottoposto – grazie al supporto delle Federazioni Sportive Nazionali – agli Atleti di ogni disciplina con l’obiettivo di fornire delle risposte specifiche e conoscere sempre più a fondo le problematiche del post-carriera sportivo.     In collegamento da Losanna, racconterà la sua esperienza il Pluricampione Olimpico del Tiro a Segno Niccolò Campriani, ingegnere meccanico con master a Sheffield in Ingegneria applicata allo Sport e attualmente Senior Sport Intelligence Manager del CIO. Mentre Antonio La Torre, Direttore Tecnico della FIDAL nonché Presidente del Comitato Sportivo dell’Università Statale di Milano, farà il punto sulle problematiche relative all’allungamento attuale della carriera degli Atleti in rapporto con le precedenti generazioni. Presente anche la ex atleta olimpica Silvia Salis, ex Atleta Olimpica, che racconterà le difficoltà e gli ostacoli nel percorso di studi intrapreso anni fa per poter diventare l’attuale Vice Presidente Vicario del CONI.     Il panel dedicato all’educazione finanziaria sarà condotto da Giovanna Paladino, Direttore e Curatore del ‘Museo del Risparmio’, mentre il Pro-Rettore Vicario dell’Università degli Studi di Roma ‘Foro Italico’ Prof. Fabio Pigozzi, farà il punto sull’impatto psicologico e fisico che colpisce gli atleti al termine della carriera agonistica. Da diversi studi di settore, emerge che sono sempre di più le aziende che cercano nuovi profili professionali che abbiano le skills del campione: ne parleranno gli ex atleti Paolo Revelli, attuale Manager Director di Morgan Stanley, e la ex campionessa paralimpica nonché attuale responsabile del dipartimento Sport, Disabilità e Pari Opportunità di Forza Italia, On. Giusy Versace, coadiuvati dalla Psicologa dello Sport Francesca Vitali.  ANAOAI (Associazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia)

LA NOSTRA STORIA: L’Associazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia è un’associazione apolitica e apartitica che riunisce gli atleti e le atlete, dai teenager ai senior, che abbiano indossato almeno una volta la maglia azzurra gareggiando nelle rappresentative nazionali delle discipline sportive riconosciute dal CONI. Rappresenta in ambito italiano la WOA, l’Associazione Internazionale che riunisce gli olimpici di tutto il mondo, coinvolge 45 Federazioni Sportive Nazionali, 19 Discipline Sportive Associate e 58 Sezioni sul Territorio Nazionale, per un totale di 3000 tesserati. L’Associazione Nazionale Atleti Azzurri d’Italia (ANAAI) è stata costituita nel 1948 da un gruppo di 18 atleti quasi tutti reduci dai Giochi di Londra. Nel 1977 il CONI ha riconosciuto l’ANAAI “Associazione Benemerita di interesse sportivo” per l’attività di natura culturale realizzata per diffondere e promuovere lo sport, i suoi ideali, i suoi valori.

Nel 2006 il CONI ha richiesto il cambio della denominazione in Associazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia (ANAOAI). Questa nuova denominazione è per noi un “valore aggiunto”, un riconoscimento internazionale con l’ingresso nella World Olympians Associations (WOA). Dal 13 marzo 2021, Presidente dell’ANAOAI è Novella Calligaris, attuale giornalista RAI e prima fra gli atleti italiani a vincere una medaglia olimpica nel nuoto e a stabilire un primato mondiale, negli 800 m stile libero. Poco dopo la sua elezione, la WOA ha assegnato all’ANAOAI il Workshop PASSION & VICTORY.

Tra i Progetti che hanno caratterizzato il nuovo corso, Anni d’Argento tinti d’Azzurro rivolto alla promozione dell’attività fisica nella terza età, il Museo della Maglia Azzurra e Sportiamo, che prevede la realizzazione di un servizio online per l’orientamento sportivo di facile utilizzo e integrato all’interno del sito di Sport e Salute. WOA (World Olympians Association) La World Olympians Association è l’Associazione Sportiva Internazionale che riunisce gli atleti Olimpici di tutto il mondo allo scopo di promuovere e rafforzare gli ideali del Movimento Olimpico. Raggruppa 96 Associazioni Nazionali Olimpiche (NOA) sparse in tutti e cinque i continenti, organizza eventi per gli olimpionici e gestisce progetti che aiutano le loro comunità locali. Progetti basati sugli ideali olimpici fissati da Pierre de Coubertin. La WOA è a supporto delle Associazioni Nazionali per aiutare i loro membri olimpici e diffondere lo spirito dell’Olimpismo nel loro Paese. Il fondo di sviluppo NOA lanciato di recente, fornisce aiuti finanziari alle Associazioni in modo che possano gestire i loro programmi. E il Fondo di sovvenzione NOA aiuta a finanziare progetti a lungo termine a beneficio delle comunità locali. Tra le sovvenzioni della WOA, l’assicurazione di borse di studio universitarie online, tutoraggio, inserimento lavorativo e programmi di life coaching per gli atleti olimpici, aiutandoli nel complicato passaggio a una vita lavorativa oltre lo sport agonistico una volta terminata l’attività di alto livello. La WOA crede che negli atleti olimpici risieda “una capacità speciale di usare il potere e la neutralità dello sport per il bene della società, impiegando il loro potenziale unico per promuovere la coesione sociale ovunque sia necessario”. Gli atleti olimpici personificano in questo anche i valori dell’eccellenza, del lavoro di squadra e della disciplina: “Possono fungere da modelli di ruolo per aiutare a riunire le comunità, superando tutte le divisioni etniche, religiose e sociali”

SCHEDE RELATORI

NOVELLA CALLIGARIS (Presidente ANAOAI) Ex nuotatrice, è stata la prima a vincere per l’Italia una medaglia Olimpica ai Giochi di Monaco 1972, da dove torna con un argento e due bronzi. L’anno successivo, a Belgrado, si laurea Campionessa del Mondo negli 800 stile libero stabilendo anche il primato Mondiale prima di decidere di ritirarsi all’età di 19 anni. Nel 1986 è stata inserita nella International Swimming Hall of Fame e nel 2006 ha avuto l’onore di portare la bandiera olimpica nel corso della cerimonia di chiusura dei XX Giochi Olimpici invernali di Torino 2006. Dal 1975 svolge attività giornalistica, prima collaboratrice del Corriere della Sera, poi l’anno successivo in RAI. Dai primi anni del Duemila, collabora con RaiNews24 occupandosi di eventi sportivi e varie rubriche di cultura e politica sportiva. Dal 13 marzo 2021 è Presidente dell’Associazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia, dopo aver battuto l’ex ciclista Claudio Chiappucci con 30 voti a 12. Con lei, Consiglieri dell’ANAOAI sono ex atleti del calibro di Fiona May, Kristian Ghedina e Franco Fava. Appena eletta, disse all’Adnkronos: “La maglia azzurra è uno dei simboli italiani più importanti. Chi ha vestito la maglia azzurra ha portato l’Italia in giro per il mondo; è l’orgoglio italiano e credo sia doveroso dargli una spinta importante. Questa è la mia sfida, anche per dare peso agli atleti nell’ambito dello sport in generale”. Il Workshop ‘PASSION & VICTORY’ rappresenta il primo appuntamento ufficiale che va a toccare un tema molto sentito dalla neo Presidente sul fronte dell’introduzione al mondo del lavoro. 

FIONA MAY  Ex lunghista e triplista britannica naturalizzata italiana. Nata nel Regno Unito da genitori giamaicani, diventa cittadina italiana per naturalizzazione nel 1994 e con la maglia Azzurra realizza una carriera ricca di successi, fra cui 2 medaglie europee, 4 mondiali di cui 2 d’oro, e soprattutto due argenti Olimpici ad Atlanta 1996 e Sydney 2000. Chiusa la carriera sportiva nel 2006, sperimenta il mondo della tv vincendo la terza edizione della trasmissione ‘Ballando con le stelle’ e diventando protagonista della fiction ‘Butta la Luna’ diretta da Vittorio Sindoni, una mini-serie in cui l’atleta/attrice interpreta una donna nigeriana immigrata in Italia, costretta ad affrontare tutti i problemi sociali e le difficoltà economiche che riguardano l’integrazione culturale. Nel frattempo si cimenta anche in un esperimento scientifico nel piccolo documentario Guinea Pig (2007), rivelando ancora una volta interessanti doti recitative. Si è laureata in materie economiche all’Università di Leeds e ha ricoperto diversi ruoli da dirigente e ambassador, tra cui quello in FIGC di Presidente della Commissione per l’integrazione. Dal 2021 è Consigliere dell’ANAOAI. È la mamma di Larissa Iapichino, giovane lunghista promessa dell’atletica italiana. 

FABIO PIGOZZI  Laureato “con lode” in Medicina e Chirurgia nel 1984 presso l’Università di Roma ‘La Sapienza’, specialista in Cardiologia ed in Medicina dello Sport, laurea ‘ad Honorem’ in Scienza dello Sport presso l’Università di Salonicco. Già Direttore dell’Unità di Medicina Interna dell’Università degli Studi di Roma “Foro Italico”, nonché Membro del Consiglio Superiore di Sanità (dal 2009-2014), del Consiglio di Amministrazione dell’Agenzia Spaziale Italiana (2009-2011), del Comitato Tecnico Scientifico dell’Agenzia Spaziale Italiana (2011-2014) e del Dipartimento di Scienze Motorie Umane e della Salute. Dal 2010 è Presidente della Federazione Internazionale di Medicina dello Sport, oltre ad essere Membro della Health, Medical & Research Commission dell’Agenzia Mondiale Antidoping (WADA), Membro del Comitato Esecutivo e Presidente della Commissione Medica della Unione Internazionale Pentatlon Moderno, Membro della Commissione Medica dell’Associazione dei Comitati Olimpici Nazionali, e Membro della Giunta Nazionale del Comitato Olimpico Nazionale Italiano tra 2001 e il 2009 e tra il 2013 e il 2016. La sua attività scientifica e di ricerca è testimoniata da 19 tra libri e capitoli di libri ed oltre 200 articoli pubblicati su atti congressuali, riviste scientifiche nazionali ed internazionali peer reviewed con fattore d’impatto. È Pro-Rettore Vicario dell’Università degli Studi di Roma ‘Foro Italico’.  

SILVIA SALIS  Ex Atleta lunghista e poi soprattutto martellista, specialità in cui ha ottenuto nella sua carriera ben 10 titoli italiani tra invernali (6) ed assoluti (4). Ha partecipato a due Olimpiadi, Pechino 2008 e Londra 2012, prima di terminare la sua carriera da sportiva e dedicarsi a un percorso professionale da dirigente sportiva. Laureata in scienze politiche e dal 2020 sposata al regista Fausto Brizzi, dopo aver preso parte alla Giunta Nazionale del CONI in quota atleti, da quest’anno ricopre il ruolo di VicePresidente Vicario del Comitato Olimpico Nazionale Italiano. Tra i suoi obiettivi, quello di crescere ancora come rappresentante della politica sportiva in Italia e di portare la sua esperienza sul campo nel Comitato Olimpico in tutte le attività di cui si occupa. Particolarmente sensibile al problema delle donne e soprattutto della maternità nello sport. Ambito nel quale, nel 2018 ha ottenuto una delle sue prime vittorie con la creazione di un fondo specifico al quale ha partecipato con il governo in qualità di Commissione Atleti del CONI. Impegnata anche sul tema del professionismo sportivo in Italia e appassionata nel risolvere le situazioni pendenti dopo l’avvento della riforma dello sport. 

NICCOLO’ CAMPRIANI  Tre volte Campione Olimpico e Ingegnere sportivo con oltre 15 anni di esperienza nella squadra Olimpica italiana di Tiro. Dopo aver gareggiato in tre Olimpiadi (Pechino 2008, Londra 2012 e Rio 2016), si è ritirato a 28 anni con l’ultimo tiro della finale olimpica di Rio. Studente-atleta per la maggior parte della sua carriera sportiva professionistica, passando attraverso un’esperienza diretta dei sistemi dual-career in Italia, USA (Laurea in Ingegneria Industriale presso la West Virginia University) e Regno Unito (Laurea Magistrale in Ingegneria Sportiva presso la Sheffield Hallam University). Sostenitore della complementarietà delle due carriere, nello sport e nell’accademia, avendo raggiunto l’apice della sua carriera sportiva durante il periodo di idoneità NCAA e diventando poi nel 2011 un candidato per il Capital One Academic All-America First Team, risultando tra i primi 15 studenti-atleti dei college americani. Come ingegnere sportivo, ha avuto la possibilità di lavorare per la Ferrari e progettare e sviluppare la sua carabina ad aria compressa, stesso prototipo poi utilizzato per vincere la medaglia d’oro a Rio 2016. Attualmente è Senior Sports Intelligence Manager presso il Dipartimento Sport del CIO, a supporto del Direttore Sportivo del Comitato Olimpico Internazionale nello sviluppo e nell’attuazione di progetti strategici chiave, tra cui Sport Intelligence & Research, e nel tempo libero allena un trio di atleti rifugiati, aiutandoli a raggiungere il punteggio minimo di qualificazione per le Olimpiadi. 

ANTONIO LA TORRE  Dal 1974 al 1987 ha lavorato come disegnatore in una grande industria metalmeccanica, la Breda Ansaldo, dove ha svolto anche il ruolo di delegato sindacale. Completati gli studi all’ISEF della Statale-Milano nel 1983, dieci anni dopo si è laureato al corso di Scienze e tecniche delle attività fisiche e sportive a Digione in Francia. Appassionato di musica rock (grande fan di Bruce Springsteen e Pearl Jam), ha avuto sempre il sogno nel cassetto di fare l’insegnante di lettere. È stato docente di educazione fisica al Liceo Casiraghi di Milano dal 1987 al 2001. Dal 2002 è Professore Associato di Metodi e Didattiche dell’Attività Sportive presso la Scuola di Scienze Motorie dell’Università degli Studi di Milano. Dal 2017 al 2018 è stato responsabile del comparto endurance e poi anche come advisor dell’ufficio della Preparazione Olimpica del CONI. Autore di cento pubblicazioni scientifiche, oltre ad un centinaio di articoli divulgativi di carattere tecnico-didattico, il suo nome come allenatore è legato indissolubilmente a quello dell’olimpionico azzurro della marcia Ivano Brugnetti, seguito per oltre 20 anni e che con lui ha raggiunto i traguardi del titolo mondiale della 50km a Siviglia 1999 e dell’oro olimpico della 20km ad Atene 2004. Tra gli altri big del tacco-punta di cui è stato la guida tecnica figurano Raffaello Ducceschi (5° nella 50km alle Olimpiadi 1984), Giuseppe De Gaetano (6° nella 50km ai Mondiali 1991) e Alessandro Gandellini (7° nella 20km alle Olimpiadi 2000). Da fine settembre 2018 è stato nominato Direttore Tecnico FIDAL delle squadre nazionali assolute.

GIUSY VERSACE  Reggina di origine e Milanese di adozione. A seguito di un terribile incidente automobilistico nel 2005 perde entrambe le gambe. Nel 2010 inizia a correre con le protesi in carbonio e diventa la prima atleta italiana della storia a correre con amputazione bilaterale. In 7 anni colleziona ben 11 titoli italiani e segna diversi record nazionali sui 60, 100, 200 e 400 metri. Nel 2013 scrive la sua prima autobiografia ‘Con la testa e con il cuore si va ovunque’ e dall’anno successivo è ambasciatrice della campagna internazionale di promozione dell’integrità sportiva tra i giovani ‘Save the Dream’ insieme ad altri sportivi di fama internazionale tra cui Alex Del Piero. Nello stesso anno vince la decima edizione di Ballando con le stelle, quindi debutta nella conduzione di programmi televisivi su Rete 4 e a La Domenica Sportiva su Rai 2. Nel 2017 è protagonista anche a teatro al fianco del ballerino Raimondo Todaro e del musicista e cantante Daniele Stefani. Nel gennaio 2018 viene eletta alla Camera dei Deputati nel collegio uninominale di Varese e le viene assegnata la commissione Affari Sociali di Montecitorio. E’ inoltre membro della Commissione Bicamerale per l’Infanzia e l’Adolescenza e viene nominata capo del dipartimento nazionale Pari Opportunità e Disabilità del Gruppo. Il 29 maggio 2021 viene nominata nuovo responsabile del dipartimento Sport, Disabilità e Pari Opportunità di Forza Italia.

GIOVANNA PALADINO  Leader esperta nello sviluppo di contenuti di educazione finanziaria, è Responsabile del Fondo di beneficenza Intesa Sanpaolo e Direttore e Curatore del Museo del Risparmio. È anche Responsabile delle attività istituzionali del Presidente. Economista senior con una comprovata esperienza lavorativa nel settore bancario, competente in capacità analitiche, economia finanziaria, rischio di mercato, gestione patrimoniale e macroeconomia. Forte professionista con un dottorato e un post doc. 

PAOLO REVELLI  Nuotatore versatile ed eclettico attivo tra gli anni Settanta e Ottanta, è stato primatista italiano in diverse specialità e il primo e unico a vincere una medaglia olimpica nella farfalla. Nell’inverno 1979 entrò a far parte della Università di Berkeley e vi conquistò finali prestigiose e un titolo di staffetta nella 4×200 yard. Vive a Londra ed è Partner di Caledon Partner. In precedenza, ha lavorato in Morgan Stanley dal 1986 al 2007 nella divisione Private Wealth Management, dove è stato responsabile per l’Europa meridionale e il Medio Oriente e ha presieduto l’Asset Allocation Committee. Ha conseguito una laurea in Economia (1982) e un MBA (1984) presso l’Università della California a Berkeley. 

FRANCESCA VITALI   Docente in Scienze Motorie presso l’Università degli Studi di Verona, in precedenza ha insegnato negli Atenei Università Cattolica di Milano, Istituto Universitario Salesiano di Venezia, Università degli Studi di Genova e Università degli Studi ‘G. D’Annunzio’ di Chieti-Pescara. In qualità di Psicologa dello Sport ha lavorato con atleti giovanili di alto livello di diverse discipline sportive (es. Tiro a segno Nazionale Olimpica Giovanile Italiana; Squadra Giovanile Sci di Fondo Trentino’; Nazionale Giovanile Atletica Leggera). Collabora in qualità di Esperto con la Scuola dello Sport del CONI e dal 2019 ha una collaborazione di “Consulenza con incarico di allenamento” con la Federazione Italiana Rugby e la Federazione Italiana Ginnastica. Dal 2017 è responsabile del Centro studi dell’Assist – Associazione Italiana Atlete Donne. È stata anche Membro del Comitato Scientifico ‘Diffondere il sapere clinico del sonno’, coordinato dal prof. Antonio La Torre ed Esperta per l’Italia in ricerca sui percorsi di Dual Career per gli ex Atleti di alto livello. 

GIADA MICHETTI  Un passato sportivo nella pallavolo condito da numerose presenze in nazionale e dieci campionati nella massima serie, un’eredità che ha poi creato nella sua successiva vita professionale la giusta dose di competitività e di gusto per le sfide, indispensabili in un manager, combinate con un senso di lealtà ed etica che è diventata la sua deontologia professionale. Cresciuta nell’epoca del post-femminismo e sostenitrice del “dirigismo democratico”, Giada Michetti ama giocare di squadra e investire energie sui suoi collaboratori, a cui sa mettere a disposizione la propria esperienza e le proprie capacità. Ha ricoperto molteplici ruoli, dall’assistente di volo di lungo raggio per Alitalia fino ad arrivare a sedere al tavolo della Fipav in qualità di consigliera, primo di numerosi ruoli in Consigli di amministrazione. Tra i quali, spiccano Padova Fiere, Lingotto Fiere e soprattutto GL-Events, multinazionale francese di cui dal 2008 ricopre la carica di Amministratore Delegato. Il suo ruolo in azienda è cresciuto progressivamente: nel 1994 arriva la nomina a Direttore della Comunicazione di tutte le società appartenenti al Gruppo, ruolo in cui segue l’organizzazione di diverse edizioni del Salone Internazionale dell’Automobile di Torino (ogni due anni dal 1994 al 2000). Nel 1999 entra a far parte del Consiglio d’Amministrazione di Promotor International e di Lingotto Fiere e dal 1999 al 2003 ricopre la carica di Amministratore Delegato di Promotor International S.p.A. e di Vice Presidente di Lingotto Fiere. La sua passione per i motori l’ha guidata a diventare l’anima del Motor Show di Bologna, un evento totalmente maschile. Da aprile 2021 ricopre per nomina la carica di Segretario Generale dell’ANAOAI.

No Comments

Reply