CORTINA-BELLUNO. Mostra dello Sport

In attesa di avere, si spera quanto prima, un museo permanente dello sport, la Sezione ANAOAI di Cortina d’Ampezzo, dal luglio 2016 al maggio 2017, in collaborazione con le Regole d’Ampezzo, ha allestito, presso il Museo Etnografico dell’ente, una Mostra che ricordasse le tradizioni, la cultura, l’alpinismo e lo sport dello sport di Cortina d’Ampezzo e non solo. La mostra ha ricordato alcuni dei più importanti momenti dello sport italiano come ad esempio il periodo del grande “Rosso Volante” Eugenio Monti, la storica conquista del K2 (del 1954) da parte di Lino Lacedelli, assieme a Compagnoni e molte altre gesta sportive di atleti nella varie discipline sportive come ad esempio i fratelli Gillarduzzi nel bob, i fratelli Alverà nello sci alpino e bob, Rinaldi Ruatti e Jessica Gillarduzzi (bob), Renato De Riva nel pattinaggio di velocità, Maurilio De Zolt nello sci nordico, Kristian Ghedina nello sci alpino, tanto per citarne qualcuno. La mostra è stata inaugurata lo scorso 26 gennaio 2017, in occasione delle gare di Coppa del Mondo di sci femminile. All’inaugurazione hanno partecipato, oltre che diversi atleti azzurri e famigliari degli stessi, il Presidente Nazionale dell’ANAOAI Gianfranco Baraldi e molte Autorità civili e militari di Cortina d’Ampezzo e Provincia. Una mostra quindi molto significativa ed importante che ha permesso di raccontare la storia dello sport azzurro e che, come già detto in premessa, la Sezione Azzurri di Cortina d’Ampezzo si augura e auspica possa diventare un museo permanente dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *