CAGLIARI. Il triplice centenario dello sport sardo

Paolo Racugno, 7 maggio 1917, ha tagliato il traguardo dei 100 nel corso di due giornate speciali organizzate per Lui dalla Sezione di Cagliari sul tema centenario.

-100 Anni di Olimpiadi alle quali hanno partecipato oltre 70 Atleti Sardi, tra cui Paolo, selezionato nel 1956 nelle Squadra Olimpiaca Italiana in partenza per Stoccolma, per partecipante al Concorso di Equitazione di salto e completo.
-100^ Edizione del Giro d’Italia, nuovamente in Sardegna dopo diversi anni e con l’arrivo delle terza ed ultima tappa sulla via Roma a Cagliari.
-100 Anni del nostro Paolo Racugno, Presidente storico della Sezione di Cagliari, Atleta Olimpico, Grande Cavaliere ed ancora oggi in campo per dare lezioni e consigli tra una cavalcata e l’altra.

Un triplice 100 che il Presidente Sandro Spinetti, Franco Marcello e Luisa Marci hanno disegnato in una bella manifestazione in suo onore alla quale ha aderito L’Assessorato allo Sport del Comune di Cagliari ha aderito. La Preside Prof.ssa Laura Caddeo ha chiuso il bellissimo l’incontro con il suo emozionato saluto ed ha avuto parole di profondo ringraziamento per gli Azzurri organizzatori, per gli illustri Ospiti ed infine ha applaudito tutti gli Alunni partecipanti. Per Paolo Racugno ha espresso tutta la sua ammirazione ed ha applaudito a lungo nella standing ovation che la sala ha tributato con sentito calore. La stessa atmosfera di soddisfazione e di partecipazione si è poi trasferita all’ Hotel Caesar’s di Cagliari dove un ricco buffet ed una sala vestita a festa, ha colto l’atto che tutti attendevano per tributare un affettuosissimo e lunghissimo applauso a Paolo Racugno al momento del taglio della torta centenaria. Solo un neo nell’intero evento, la mancata presenza di Paolo all’arrivo della Tappa del Giro sotto le sue finestre di Cagliari, complice un forte maestrale che ha consigliato prudenza ed ha cancellato l’eccezionale intervento di Domenico De Lillo che in sole due ore aveva assicurato i pass e segnalato a Silvio Martinello l’unicità e la bellezza della coincidenza: 100 edizioni e 100 anni, che il Cronista ha poi sottolineato durante l’avvicinamento a Cagliari dei Corridori. In Sardegna, per fare gli Auguri si dice spesso: a chent’annos ! Paolo li ha saltati in bello stile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *