Sport e movimento fisico: un “tagliando” giornaliero per vivere con serenità i nostri “ANNI D’ARGENTO”

La nostra associazione è formata da migliaia di iscritti che nella loro carriera hanno calcato piste, parquet, e utilizzato stadi, palasport e corsie di piscine in tutto il mondo.

Molti sono in “pensione”, da un punto di vista agonistico di altissimo livello, per superati limiti d’età. Quando eravamo degli affermati competitors dovevamo mantenere in perfetta funzione la nostra mac­china perché potesse essere nelle migliori condizioni nel momento della gara. Da qui lunghe preparazioni fisiche, allenamento a superare barriere psichiche, studio degli avversari, tattiche conseguenti. Il nostro corpo era preparato ad affrontare tutte le avversità in modo tale da poter offrire il massimo di se stesso in un periodo o addirittura in un momento specifico. Difficile talvolta l’equilibrio fra il massimo del nostro potenziale agonistico e la capacità della nostra muscolatura e del nostro sistema nervoso per raggiunge­re il miglior risultato possibile.

Parametrandosi ad uno sport motoristico, si trattava di predisporre quello che era già un fisico idoneo a cimentarsi per un Gran Premio. Ma rimanendo nel campo dei motori, quelli dei mezzi che giornalmen­te adoperiamo per i nostri spostamenti, anche per l’uso quotidiano che ne facciamo, bisogna che tutto l’apparato meccanico ed elettrico sia sempre efficiente, altrimenti ci troviamo ad accendere il motore al mattino, e questo non si avvia, a utilizzare i tergicristalli, un po’ di pioggia polverosa non consente una buona pulizia e si rischia perché non ci vediamo, a prendere una curva a velocità sostenuta, e le ruote sgonfie ci trascinano in situazioni pericolose per noi e per gli altri.

Bene, prima di andare dal tecnico a riparare i guasti che porta con sé l’invecchiamento generale del mez­zo, è opportuno che si monitorino continuamente le situazioni critiche e si faccia tutto quello che si può fare, anche di banale, per mantenere il corretto funzionamento.

Insomma, curarsi prima di andare dal dottore.

Tutto ciò vale anche per quanto riguarda il corpo umano. Non si corre tutti i giorni un Gran Premio, ma tutti i giorni affrontiamo situazioni in cui il nostro fisico deve essere pronto a reagire nella maniera giusta.

Con il progetto ANNI D’ARGENTO, realizzato grazie a SPORT E SALUTE, noi che abbiamo “corso numero­si Gran Premi” vogliamo contribuire perché tanti, che non hanno mai fatto sport a livello professionistico o anche solo amatoriale, abbiano la cura fisica del proprio corpo non per fare nella vita dei Campionati del Mondo o le Olimpiadi (che si svolgono ogni quattro anni) ma più semplicemente per rendere il pro­prio apparato anatomico e psichico più predisposto a superare le difficoltà, che soprattutto quando si è passata una “certa età”, si presentano tutti i giorni.

Stefano Mei - Presidente ANAOAI

 

BROCHURE PROGETTO "ANNI D'ARGENTO"