SALERNO. 24ª edizione del “Premio Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia” di Salerno

Protagonista della serata, aperta dal saluto delle autorità sportive, civili e militari, sempre sensibili al richiamo dell’Associazione (presenti tra gli altri il questore di Salerno, Antonio De Iesu, e il comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri, colonnello Fabrizio Parrulli), è stato il noto giornalista Rai e scrittore, autore del libro “Oro, argento e birra: le Olimpiadi di Londra”, un saggio che racconta i Giochi a cinque cerchi di ieri e di oggi nel Paese che ha inventato lo sport. L’incontro è stato moderato da Antonio Abate, Delegato provinciale per Salerno dell’Unione Stampa Sportiva Italiana.

«Ho accettato con entusiasmo questo invito. È motivo d’orgoglio per me esser qui a celebrare il clima olimpico e attorniato da tantissimi esponenti del mondo dello sport, molti dei quali giovanissimi», ha detto il responsabile della sede londinese della Rai, il “più british dei giornalisti italiani”.

La testimonianza di Caprarica ha fatto da prologo alla 24ª edizione del Premio, che ha insignito i protagonisti dello sport salernitano per l’anno 2012. Per la sezione “Vecchie glorie azzurre” riconoscimento al pallanuotista Roberto Baviera, mentre per gli “Azzurri in attività” la vetrina è stata della schermitrice Ida Finizio, spadista ormai stabile nel girone della Nazionale di spada femminile. Quindici le nuove “Speranze azzurre”, il prestigioso distintivo dell’Associazione è andato a: Serena Florio, Paolo Grimaldi e Valeria Elia per il kung fu; alle giovanissime stelle della scherma Claudia Memoli e Sara Maria Kowalczyk; a Roberto Orlando per l’atletica leggera e per il taekwondo ad Antonio Pierri, Michelangelo De Filippis, Lucio Ceruso, Claudia Citro, Michele Sabbarese, Federica Gismondi, Luca Pastore, Ercole Garofalo e Alessandra Pirozzi.

Nella sezione “Benemerenze”, invece, riconoscimenti per Andrea Gargano, componente della commissione scuola della FICK, per il giornalista Roberto Guerriero e per Luigi Tempesta, direttore di torneo di scherma impegnato dallo scorso anno in alcune tra le massime competizioni internazionali. Infine, la 13ª edizione del “Premio Mario Lamberti”, che è andato ai dirigenti Corrado Caso e Antonio Bracciante e alla Società ASD taekwondo Capaccio-Paestum.

«La sezione ANAOAI di Salerno rinnova il proprio impegno nel dare il doveroso risalto ai risultati conseguiti dai protagonisti dello sport di ieri, oggi e domani» – ha detto soddisfatto il Presidente Renato Del Mastro al termine della kermesse –. «Il Premio di quest’anno, poi, ha assunto inevitabilmente un significato speciale perché impreziosito dalla presenza di Antonio Caprarica. Con lui, Salerno si è fatta avvolgere da quelle emozioni che solo le Olimpiadi sanno regalare, e l’ANAOAI salernitana ha concluso nel migliore dei modi il ciclo triennale di incontri su Londra 2012».

Ora si guarda già alla prossima edizione del Premio, che seguirà le Olimpiadi invernali 2014: e il sogno, da portare all’ombra del Castello d’Arechi, si chiama Carolina Kostner.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *